Fire Fighting
Turbine per l'estinzione di incendi in modalità stazionaria e mobile

Turbine per l'estinzione di incendi in modalità stazionaria e mobile

L’efficienza dell’acqua nebulizzata nella lotta antincendio è cosa nota. Le soluzioni standard tuttavia sono ostacolate dall'avere una portata limitata. Combinando l’utilizzo dell'acqua nebulizzata con la potenza delle nostre turbine, siamo in grado di coprire distanze considerevoli.

L’efficacia dell'acqua nebulizzata nell’estinguere gli incendi è nota e apprezzata da anni nel settore. Finora l’acqua nebulizzata veniva erogata mediante ugelli, ma con questa tecnica si otteneva una portata del getto di soli 10-15 metri, che ne limitava la gamma di impieghi.

Con le nostre turbine antincendio abbiamo elaborato una soluzione innovativa per questa problematica: combinando infatti l'impiego di acqua nebulizzata e delle turbine, si possono raggiungere portate anche superiori a 75 metri.

Le nostre turbine antincendio possono essere impiegate per l’estinzione di incendi in modalità sia stazionaria che mobile.  Nell’impiego mobile la turbina è montata su un veicolo cingolato comandato a distanza, oppure su un’autopompa. Nell’utilizzo stazionario, invece, la turbina è collocata in un punto definito dal quale, in caso di incendio, avvia le operazioni di estinzione immediate.

Vi offriamo le seguenti soluzioni per proteggere la vostra azienda

Le turbine antincendio incrementano notevolmente la protezione per le persone e per le strutture. Da un lato, entrambe le versioni possono essere radiocomandate, quindi gli operatori non sono costretti ad avvicinarsi troppo alla zona di pericolo; dall’altro, a fronte di un consumo idrico inferiore, l’acqua nebulizzata garantisce un effetto raffreddante superiore rispetto alle tecniche tradizionali. Inoltre grazie al minor utilizzo di materiale estinguente si riducono anche i danni conseguenti all’incendio.

1

Protezione antincendio stazionaria

Soluzioni

Le turbine antincendio rappresentano un ottimo strumento di prevenzione, dal momento che l’acqua nebulizzata è in grado di avvolgere gli oggetti e raggiungere così anche i focolai nascosti. Se desiderate proteggere la vostra azienda con turbine antincendio, la pianificazione si basa generalmente sul piano antincendio già esistente. Le turbine sono compatibili con gli impianti e possono essere comandate in modalità completamente automatica da ogni rivelatore antincendio.

2

Protezione antincendio mobile

Soluzioni

Per incrementare la sicurezza del personale impiegato, abbiamo installato la turbina antincendio su un mezzo mobile, ossia su un robot antincendio comandato a distanza o su un’autopompa a turbina. Entrambe le soluzioni sono molto versatili e sono adatte anche all’abbattimento di gas, grazie all'utilizzo di acqua nebulizzata.

Campi di applicazione della turbina antincendio

Campi di applicazione

Operando con acqua nebulizzata, le nostre turbine antincendio sono molto versatili. A seconda delle esigenze specifiche, viene impiegata la soluzione mobile oppure quella stazionaria, per incendi boschivi, gallerie metropolitane, ferrovie, industrie, aeroporti ecc.

Estinzione degli incendi con acqua nebulizzata

Video

Rispetto al getto d’acqua tradizionale, l’acqua nebulizzata ha il vantaggio principale di essere in grado di avvolgere gli oggetti, quindi di raffreddarli ed estinguere il fuoco in modo molto efficiente. Il principio di funzionamento è il seguente: la turbina nebulizza l’acqua in particelle sottili; rispetto ai sistemi tradizionali, che impiegano ugelli, con le turbine antincendio si creano gocce d’acqua di dimensioni inferiori, che vengono poi distribuite nell'aria mediante la ventola. Le gocce più sottili hanno il vantaggio di formare una superficie d’acqua più ampia che, di conseguenza, sottrae più velocemente il calore. Grazie alla sua ridotta velocità di sedimentazione, la sottile nebulizzazione è in grado di raggiungere anche le aree nascoste del focolaio, che restano invece inaccessibili al getto tradizionale.

La nostra turbina antincendio funziona anche con schiumogeni (AFFF, schiumogeni di classe A, schiumogeni multi-espansione a base sintetica, gel, ritardanti).