Soluzione antincendio per il centro riciclaggio Santini

Case Study di un impianto FT10e presso il centro di riciclaggio Santini di Bolzano
#Fire #FT10e #Recycling

Con l'installazione di una turbina antincendio presso l'impianto di riciclaggio del gruppo Santini di Bolzano (Alto Adige) è stato realizzato il primo progetto in Italia. Seguiranno altri progetti in Sicilia.

Nell’estinzione degli incendi la nebulizzazione garantisce un effetto raffreddante superiore rispetto al normale getto d’acqua e al contempo richiede quantitativi d’acqua inferiori. In questo modo si possono, oltretutto, limitare i danni conseguenti all’estinzione che normalmente vengono causati dall’alta pressione dei getti tradizionali. Finora l’impiego dell'acqua nebulizzata da parte dei vigili del fuoco è stato limitato dall’impossibilità di ottenere gittate elevate. EmiControls ha risolto questo problema utilizzando una turbina, portando l’acqua finemente nebulizzata a distanze di oltre 50m.

SOLUZIONE ANTINCENDIO PER IL GRUPPO SANTINI

I centri di riciclaggio sono generalmente soggetti a un rischio di incendio elevato. Soprattutto a causa di materiali riciclati in modo errato (ad es. batterie al litio), durante il processo di triturazione, si generano spesso scintille che possono innescare un incendio. Le Aziende di riciclaggio, in questo senso, raramente riescono ad individuare e rimuovere gli oggetti pericolosi prima che questi vengano processati.

Per non farsi trovare impreparata a tali rischi, l'azienda di riciclaggio Santini di Bolzano, ha deciso di dotarsi di una soluzione antincendio innovativa: la turbina antincendio FT10e. Per proteggere le zone di maggior criticità quest’ultima è stata posizionata su una piattaforma al centro del grande capannone. La turbina antincendio FT10e presenta due vantaggi principali: in primo luogo, grazie alla sua posizione rialzata è in grado di raggiungere più facilmente il focolaio dell'incendio e, in secondo luogo, la turbina non sottrae spazio utile per lo stoccaggio non ostacolando neppure i processi di lavorazione. Grazie alla rotazione di 360°, la turbina antincendio può coprire l'intera superficie del capannone.

 

COME FUNZIONA LA TURBINA IN CASO DI INCENDIO

Non appena il sistema di allarme antincendio lancia l’impulso, la turbina si direziona automaticamente nell'area interessata e dà inizio alle operazioni di spegnimento. La turbina antincendio produce gocce d’acqua molto fini, le quali vengono distribuite mediante una ventola. Poichè le microscopiche gocce d’acqua formano un’ampia superficie d’azione, è possibile sottrarre calore all’incendio in maniera più efficiente e decisamente più tempestiva rispetto ad un getto tradizionale. Inoltre l’acqua nebulizzata ha una velocità di sedimentazione più bassa, potendo così avvolgere meglio gli oggetti in fiamme.

La FT10e può essere comandata manualmente con lo scopo di supportare il lavoro dei vigili del fuoco. L'obiettivo, in prima linea, è quello di tenere sotto controllo l’incendio fino all'arrivo delle forze di intervento, le quali, possono contare su una riserva d’acqua in grado di far intervenire la turbina per almeno 30 minuti.

La turbina inizia a spegnere l'incendio non appena questo viene rilevato, riducendo drasticamente il rischio per le persone coinvolte nel processo di estinzione. Inoltre, l'acqua nebulizzata ha l’effetto di limitare le fuoriuscite dei gas prodotti dall'incendio, prevenendo contaminazioni di varia natura.

 

 

BREVE INTERVISTA A MAURO SANTINI (GRUPPO SANTINI)

Signor Santini, perché ha deciso di adottare un nuovo sistema antincendio?

Attualmente utilizziamo sistemi "tradizionali". Tuttavia, ritenevamo importante dare il buon esempio e migliorare la protezione della nostra azienda e dell'ambiente mediante metodi di estinzione innovativi che utilizzano l'acqua in modo più efficiente.

 

Perché ha preferito la turbina antincendio rispetto alle soluzioni tradizionali?

Abbiamo scelto la soluzione con turbina in quanto la tecnologia impiegata offre molti vantaggi alla nostra azienda. A convincerci è stato soprattutto l'elevato effetto raffreddante dell'acqua nebulizzata, ma anche la significativa riduzione del consumo di acqua per l’estinzione degli incendi.

Inoltre, grazie ai movimenti di rotazione e inclinazione integrati, la turbina si adatta perfettamente alle esigenze del nostro impianto di stoccaggio dei rifiuti.

 

Grazie mille per l’intervista

Piu Info: